La tua terra.
Il tuo contadino.

COLORE SUI CAMPI DELL' ALTO ADIGE

Certo, sicuramente conoscerai le mele e il vino dell’Alto Adige: ma i contadini altoatesini offrono molto di più. Sui loro campi cresce una grande varietà di frutta, bacche, lattuga, ortaggi, erbe, cereali e legumi, tra cui specie antiche e rare, recentemente riscoperte. I contadini altoatesini sorprendono anche con specialità innovative, prodotte direttamente nel maso, tanto che il loro paniere è in continua evoluzione. Che si tratti di sidro o funghi shiitake, sono molti gli alimenti che non ci si aspetterebbe di trovare. Lo stesso vale per il paesaggio: un mosaico variopinto di aree coltivate si estende dal fondovalle ai pascoli alpini, costellato di campi di patate e cereali, frutteti e orti di erbe aromatiche.

Se il gusto migliore è quello di frutta e verdura fresca appena raccolta, vi sono modi per mantenerlo inalterato nel tempo, tramite conservazione sottolio o sottaceto, essicazione, fermentazione, lessatura o surgelamento: ciò ti consente di gustare i sapori dell’estate anche in inverno! Acquista i prodotti di stagione direttamente dal tuo contadino altoatesino: li puoi trovare appena raccolti nei mercati, presso il maso o nei negozi al dettaglio selezionati.

Marzo, aprile, maggio

VARIETÀ PRIMAVERILI

Broccolo

Quest’ortaggio ricco di sostanze nutritive è molto benefico per la salute, perché contiene vitamine, minerali e antiossidanti. Inoltre, può contribuire al rafforzamento del sistema immunitario, è ricco di fibre e vanta proprietà antinfiammatorie. Molto apprezzato come contorno in una varietà di piatti, sia lessato che cotto al vapore o crudo, può essere surgelato o conservato sottaceto.

 

Catalogna

Nota anche come cicoria è una verdura a foglia verde dal sapore amaro e dalla consistenza croccante, ricca di fibre, vitamine e minerali, come calcio, potassio e ferro. Spesso utilizzata in insalata o come contorno, può anche essere cotta al vapore o servita come piatto principale.

 

Finocchio

Ortaggio aromatico dal sapore dolce simile all’anice, ricco di vitamine, minerali e fibre, può essere consumato sia crudo che cotto. È altrettanto delizioso in insalata o al vapore come contorno al pesce. Con i suoi semi è possibile preparare un’infusione dall’effetto calmante in caso di disturbi dello stomaco e dell’intestino. Nei mercati contadini dell’Alto Adige è disponibile da maggio.

 

Cipollotto

Il cipollotto fa parte delle specie vegetali locali più precoci. Il suo uso in cucina è pressoché illimitato grazie alla sottile e lieve piccantezza, che lo rende delizioso crudo sul pane, nel formaggio salato alle erbe o come aggiunta alle insalate. A differenza della cipolla, può essere conservato solo per un breve periodo, che si allunga se congelato o invasato in salamoia con una miscela di aceto.

 

Cetriolo

Croccante, rinfrescante e ipocalorico, contiene molta acqua e pertanto è ottimo come snack salutare o ingrediente di insalate. Ricco di antiossidanti, contribuisce a proteggere l’organismo dai danni causati dai radicali liberi. Essendo quest’ortaggio sensibile al freddo, il modo migliore per conservarlo a lungo è sottaceto.

 

Carota

Quest’ortaggio a radice è noto per il suo elevato contenuto di beta-carotene, che viene convertito in vitamina A nell’organismo ed è importante per la salute della pelle, per la vista e le funzioni immunitarie. Consumata cruda, grattugiata o cotta, la carota costituisce un delizioso contorno o un ingrediente per zuppe, stufati e molti altri piatti.

Cavolo rapa

Grazie alla sua breve stagione di crescita, il cavolo rapa è uno dei primi ortaggi a comparire in primavera e trae il suo sapore lievemente dolce dagli oli essenziali. Come contorno o in insalata, anche le sue foglie possono essere preparate allo stesso modo degli spinaci. Degno di nota è il contenuto di vitamina C, soprattutto se crudo, e di minerali. Si presta bene alla surgelazione.

 

Cavolo cappuccio

Ortaggio versatile che può essere consumato crudo o cotto, utilizzato in molte cucine del mondo e ottima fonte di vitamina C, fibre e antiossidanti. Cotto o tritato, consente un’ampia gamma di preparazioni per zuppe, stufati o piatti regionali.

 

Rafano

Quasi inodore, il rafano sprigiona tutto il suo aroma pungente solo quando viene grattugiato crudo per essere trasformato in una salsa piccante, che si sposa perfettamente con carne, pesce o verdure. Ricco di vitamine e minerali, vanta proprietà antinfiammatorie e antibatteriche. Durante la conservazione, le radici perdono lentamente la loro piccantezza, più intensa subito dopo la raccolta.

 

Pak Choi

Nel suo paese d’origine, la Cina, e nel resto dell’Asia, il pak choi è coltivato su larga scala. Qui da noi, questo cavolo nero sta diventando sempre più popolare e può essere cucinato o consumato crudo in insalata. Oltre a vantare un lieve sapore aromatico di senape, contiene molto potassio, carotene, calcio, vitamina C e alcune vitamine del gruppo B, oltre a composti vegetali secondari.

 

Ravanello

Bianco all’interno e prevalentemente rosso all’esterno, ha un sapore tipicamente pungente, dovuto agli oli di senape dall’effetto antibatterico e digestivo. Tagliato a fette o grattugiato, può essere aggiunto alle insalate o utilizzato come condimento nei panini. Anche le foglie di questa croccante radice sono commestibili. Se si desidera conservarlo in frigorifero per qualche giorno, è meglio rimuoverne le foglie. .

Barbabietola (rapa rossa)

Il sorprendente colore rosso deriva dalla betanina, una sostanza vegetale secondaria utilizzata anche come colorante naturale per alimenti. Quest’ortaggio dal sapore terroso presenta un elevato contenuto di vitamina B, potassio, ferro e soprattutto acido folico, che lo rende sano e versatile. La barbabietola può essere servita cotta come contorno, spremuta o cruda in insalata.

 

Rucola

In insalata o a crudo sulla pizza, grazie al suo sapore deciso e piccante, la rucola è perfetta per la cucina mediterranea. Imparentata con il cavolo, dovrebbe essere consumata il più fresca possibile, poiché contiene il maggior numero di vitamine. In ogni caso, ben lavata e avvolta in un panno umido, può essere conservata in frigorifero per un massimo di tre giorni.

 

Insalata

Negli orti dell’Alto Adige cresce una grande varietà d’insalata: da quella a cappuccio all’indivia, dal soncino alla foglia di quercia. Perfetta per una dieta leggera ed equilibrata, sia come contorno sia come piatto principale, è facile da preparare e da combinare con una varietà di ingredienti.

 

Asparago

L’asparago bianco trova le condizioni migliori nei terreni sabbiosi e ricchi di humus della Val d’Adige, soprattutto nel “triangolo degli asparagi” di Terlano, Vilpiano, Settequerce e Castelbello, da cui raggiunge direttamente il mercato e le cucine dei ristoranti. In questo modo, le preziose sostanze nutritive e le vitamine si conservano perfettamente fino al consumo. Il piatto “classico” sono gli asparagi con prosciutto contadino e salsa bolzanina.

 

Spinaci

Gli spinaci sono una verdura deliziosa e salutare, nota per le sue numerose sostanze nutritive. Fonte di vitamine A, C, K e acido folico, oltre che di minerali come calcio e magnesio, sono un’ottima scelta per una dieta equilibrata. Possono essere preparati in diversi modi, p.e., come contorno, nelle insalate o nei frullati vegetali.

PRELIBATEZZE DEL MASO

I contadini altoatesini sono specialisti nella lavorazione delicata, naturale e qualitativamente controllata dei loro prodotti direttamente in azienda. Succhi di frutta, marmellate, specialità a base di erbe, pasta o formaggi e salumi particolari: oltre 800 specialità, che hanno ottenuto il marchio di qualità “Gallo Rosso”, sono in vendita direttamente al maso, nei mercati contadini in selezionati negozi specializzati o nello shop online Gallo Rosso.

Scopri i prodotti di qualità del contadino:
www.roter-hahn.it